MUSICA PER IL CINEMA

a cura di Francesca Badalini

 

Il corso di musica per il cinema si propone di fornire gli strumenti per la lettura ragionata dei contributi musicali composti per il cinema e non solo; l’ offerta didattica è rivolta a tutti coloro che desiderano approfondire il rapporto tra la settima arte e la musica, sia semplici appassionati che aspiranti videomaker.
L’ importanza della musica e la sua diffusione in ogni contesto è evidente, il suo ruolo specifico in simbiosi con il cinema può sembrare invece meno appariscente, nonostante sia spesso determinante per la qualità finale del prodotto audiovisivo, in tutte le sue declinazioni.     
Il corso è articolato in sette lezioni durante le quali i partecipanti acquisiranno le nozioni teoriche per comprendere l’ utilizzo altrui della colonna sonora, anche attraverso estratti audiovideo e contributi musicali dal vivo. Durante le prime lezioni ogni iscritto apprenderà le basi per tale analisi. Le successive lezioni affronteranno i principali autori di colonne sonore, attraverso brevi monografie. Durante il corso gli allievi saranno inoltre coinvolti in esercitazioni sotto la guida della docenza.

 

OBIETTIVI

Offrire gli strumenti per una lettura ragionata della musica all’ interno del cinema e non solo. L’obiettivo è quello di consentire anche in prima persona da parte degli allievi un utilizzo più consapevole delle potenzialità dei contributi musicali associati alle immagini.

 

PROGRAMMA

 

1. Come nasce una colonna sonora: dal dialogo con il regista e la successiva composizione (analisi delle possibili scelte timbriche e stilistiche) fino alla registrazione ed al montaggio finale

 


2. i diversi ruoli della musica in un film:musica diegetica ed extradiegetica; contrasto-indifferenza-rinforzo;

 


3. i sincroni espliciti ed impiciti; usi particolari della musica: la canzone; l’ utilizzo della musica preesistente; l’ assenza di musica.

 


4. il sodalizio artistico Fellini/Rota: le musiche per Amarcord e per “8 e ½”. Stile e pensiero musicale di Rota;

 


5. il sodalizio artistico Leone/Morricone: dalla musica per i western a quella di “C’era una volta in America”. Stile e pensiero musicale di Morricone;

 


6. breve storia della colonna sonora ad Hollywood; il minimalismo musicale all'interno della colonna sonora nelle sue diverse sfumature (Glass, Nyman e Tiersen)


7. la musica nel cinema italiano degli ultimi dieci anni (Piersanti, Piovani, Venosta)

 

A chi frequenterà almento l'80% delle lezioni verrà rialsciato un attestato di partecipazione.