Storia della musica Rock: 60 anni tra rivoluzioni, contestazioni e contaminazioni artistiche

a cura di Riccardo Mazzarella, Alessandro Stellino ed Ugo Tramontano

 

PARTE PRIMA (Marzo e Aprile 2011)

 

La musica rock ha più di mezzo secolo. Se consideriamo che gli afro-americani, ancora in stato di schiavitù, tra le piantagioni di cotone, cantavano i loro “spirituals” o “gospels” e considerando le contaminazioni tra jazz e blues e tra soul e d country bianco, possiamo tranquillamente retrocedere di una trentina di anni.

Questi “impasti” che oggi non tarderemmo a definire come forme di “crossover” ci portano agli Sun Studios di Memphis Tennessee nel Luglio del 1954 quando Elvis Presley registrò tre brani di Rock and Roll.


Con la crescita e l’evoluzione del Rock, assistiamo nel tempo a trasformazioni sociali che inglobano altri scibili dell’Arte come letteratura, poesia, cinema e arti visive.

Quanti e tanti punti di contatto che convergono o divergono nei vari scibili artistici contaminati da scuole di pensiero, politica, religioni, cronaca, avanguardie e retroguardie.

Futurismo e passatismo, strade ed istanze sociali, proteste antiguerre, rivoluzioni e quant'altro...

Pensiamo ai poeti e scrittori della Beat Generation degli anni ’60: Kerouc, Kesey, Leary, Corso, Ginsberg, Ferlinghetti, Burroughs.

William Blake, pittore e poeta, ispira Jim Morrison che dà il nome Doors alla sua band, Alfred Jarry, commediografo, influenza David Thomas che con i suoi Pere Ubu omaggia l’autore che fa sbocciare il Teatro d’Avanguardia e che fonda la “Patafisica”, cioè la scienza delle soluzioni immaginarie.


E che dire del Punk newyorkese 1976-77 con Television e Patti Smith così devoti ai poeti simbolisti francesi (Verlaine e Rimbaud) oppure il movimento di body-art dei Fluxus con Yoko Ono o la Factory di Andy Wharol e la famosa banana del primo album dei Velvet Underground di Lou Reed e John Cale?

O i decadenti romanzieri visionari Edgar Allan Poe e H.P. Lovecraft, ispiratori di una miriade di band che hanno marchiato il Progressive Rock in Gran Bretagna dagli High Tide ai Cathedral, dai Black Sabbath ai King Crimson. Il Dark Punk dei Bauhaus presenti nel film “Miriam si sveglia a mezzanotte” con David Bowie nella parte di un vampiro.

Le contaminazioni con il cinema film come Easy Rider, Zabriskie Point, Woodstock, L’ultimo Walzer, Concert for Bangladesh,ecc.

 

Temi della Prima parte:

 

1 - Folk-Rock

2 - Psychedelia

3 - British Invasion

4 - Glam - Progressive

5 - Punk

 

PARTE SECONDA (Ottobre e Novembre 2011)

 

 

I 2 dischi targati 1980/81 “Remain In Light” dei Talking Heads e “Sandinista!” dei Clash sono lo spartiacque tra gli anni 70 e 80. Sono dischi fondamentali in quanto tracciano la fine dei discussi anni saturi di glam, progressive e punk della prima ora.
Gli anni 80 sono figli di una sottovalutata attenzione per le radici del rock,per l'incontro tra punk e metal (l'ennesimo crossover chiamato hardcore), la nascita dell'hip hop, la commistione di funk e hard (USA) e indie rock e musica da ballo elettronica (GB), il revival psichedelico degli anni sessanta, ma soprattutto l’ uso delle "macchine" come i sequencers, campionatori per remixes  che perlomeno nell'ambito mainstream cominciano a sostituire i set elettrici e analogici con una musica sintetica e plastificata che coincide con i "rave" a base di ecstasy, sono l'house, l'ambient, il dub.

Anni 80 imbevuti di sottocultura dedita all'individualismo, all'arrivismo sociale. Tempi di edonismo Reganiano, Tatcherismo e Craxismo. La cosiddetta house si serve a volontà del computer ma il rock vero non ne risente. Nel passaggio agli anni 90 la musica rock si fa più aggressiva e il fenomeno grunge nel nord-ovest degli USA per merito di una etichetta indie chiamata Sub Pop ne è la prova inconfutabile.

Hard rock moderno viene chiamato questo matrimonio tra hard 70 e post-punk virato in metal midtime che porta al successo svariate band di quella zona. In Gran Bretagna nasce il trip-hop, sorta di psichoelettronica slow con cantato rap e il brit pop, ma la sensazione piu' forte della decade che riporta alle radici dell'heavy dark di inizio anni 70, passando per speed e thrash e l'ondata di nuovo metal che ha diverse ramificazioni: grind, death, doom, black. Caratterizzata da un suono estremo e senza compromessi, si espande per il mondo, un filone senza limiti etnici che tocca la Florida come la Mittleuropa, la Scandinavia come l'America latina. Musica fuori dalle convenzioni e dalle mode e procede come un rullo compressore denunciando istanze sociali che derivano dal degrado e lo sfruttamento, del terzo mondo, dalla ribellione nei confronti dei paesi occidentali, opulenti e dittatoriali che opprimono con il consumismo forzato e gli abusi di potere.
Queste band arrivano anche a toccare argomenti di tendenza religiosa e aderiscono in buona fede o meno alle filosofie sataniste, ai riti e miti nordici, al Paganesimo, al nichilismo e all'autodistruzione.

Con questo ed altro dobbiamo fare i conti prima che la Musica e le contaminazioni artistiche degli anni 00 del ventunesimo secolo entreranno nella Storia del Rock,  per ora concentriamoci su queste due decadi a livello artistico, musicale, letterario e cinematografico.

 

Temi della Seconda parte:

 

1 - Hardcore - New Wave - No Wave - Post Punk - Roots Rock - Neo
Psichedelia
2 - Europa ed Altre Etnie - Australia - Gran Bretagna -

Avanguardia - Roots - Indie
3 - Grunge - Post Rock
- Trip-hop - Ambient

4 -  Hip-Hop - Crossover - Noise - Stoner - Industrial

5 - Metal - Grind - Death - Doom - Black

 

Il seminario permetterà di viaggiare a ritroso e riscoprire l’evoluzione di una musica, il rock, che non è mai stata soltanto musica, ma che ha portato con se sogni e passioni, idee e progetti, immagini e avventure, di diverse generazioni di giovani e non solo.

Un percorso guidato attraverso sessant’anni di storia del rock, un lungo viaggio che parte dagli anni Cinquanta e arriva ai giorni nostri, illustrato da canzoni, filmati e parole.

 

A chi frequenterà almento l'80% delle lezioni verrà rialsciato un attestato di partecipazione. Inoltre ai tesserati Algo mas verrà fornita una dispensa a compendio delle lezioni.